Pubblicato da: barbaracrt | 14 aprile 2010

Il lutto nazionale

Sono di nuovo in partenza, domani parto per un lungo viaggio diciamo, “dei miei”. Si parte con un viaggio in treno lungo 10 ore per Danzica dove sarò ospite di Isa, un’altra volontaria italiana che ho conosciuto a Varsavia al training. Mi fermo da lei tutto il week end per poi ripartire lunedì per Torun, la città di Nicolò Copernico, per partecipare al mid-term training, l’incontro che dura una settimana dove incontrerò altri volontari europei qui in Polonia. Per finire venerdì pomeriggio riparto per Poznan dove un’amica mi ha trovato al volo ospitalità da una sua amica! mi fermo due notti e infine domenica 25 aprile torno a Cracovia!!
Prima di partire volevo scrivere qualcosa a proposito della grande tragedia che ha colpito la Polonia. La scomparsa del presidente Lech Kaczynski, sua moglie e di una buona parte di esponenti della politica polacca, ministri etc. Da sabato la Polonia è in lutto e tutti gli edifici e i mezzi pubblici espongono la bandiera della Polonia con il nastro nero di lutto. Il risaputo nazionalismo polacco però forse esagera un po’ le cose! Oggi in giro per la città e in specialmodo alla mia fermata dell’autobus sono comprarsi poster che raccolgono le foto di tutti i morti nell’incidente, tutte le radio e le tv non trasmetto nient’altro che discorsi e dibattiti etc…e solo musica classica! I teatri sono tutti chiusi così come i musei nazionali e inoltre l’innaugurazione del festival cinematografico che doveva cominciare venerdì è stata rimandata …. e ora con la nostizia che i corpi del presidente e sua moglie saranno seppelliti qui a Cracovia si rischia che venga del tutto annullato il festival. A proposito della notizia dei funerali a Cracovia ho saputo che ci sono state delle proteste. Il presidente non aveva nessun collegamente con Cracovia infatti, ma essendo questa la città storica per eccellenza ed esendo qui il castello reale e la cattedrale storica nella cittadella del Wawel, è ovviamente un onore essere sepollti qui. Il problema è che prima di lui nessun’altro politico era stato sepolto qui, solo eroi e personaggi storici di almeno 20 anni fa. Il presidente scomparso inoltre non ha grandi meriti, era anzi un conservatore, poco aperto verso l’Europa e non molto amato dai giovani ovviamente. Insomma oggi ho passato passare un corteo di dimostranti contro questa decisione presa dal governo. Se davvero ci saranno i funerali qui, sono quasi felice di trovarmi altrove allora, ci sarà infatti un carnaio di gente, da tutta la Polonia, perchè i polacchi il funerale del proprio presidente sicuramente non lo perderanno…e poi tutti i polacchi si muovono in macchina, anche per cause di forza maggiore direi, e quindi non so dove si possano parcheggiare tante automobili qui….non lo voglio sapere!
bhe…si vedrà. o meglio vedranno e mi farò raccontare. Per il momento devo pensare al mio viaggio! Spero di non dimenticare niente…lo spazzolino l’ho preso?


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: