Pubblicato da: barbaracrt | 25 gennaio 2010

Anche qui i giorni della merla!

Meteo di oggi

Meteo di oggi

Ecco il meteo della giornata odierna…quel cerchietto rosso è Cracovia…c’è quasi da dire ch sono fortunata!! no?!

Il picco massimo di freddo è stato il week end appena passato in cui il cielo sereno con il sole hanno portato a temperature intorno ai -18 °C ma con un forte vento che te ne faceva sentire -28! Da venerdì scorso sono uscita di casa solo stamattina con la temperatura che vedete qui sopra. Io, con le mie 4 paia di calze, calzamaglia di lana, 4 strati di maglie (canottiera di lana, maglia di cotone, maglia di lana e pili), 2 cappelli,2 sciarpe, 2 guanti…ho un’autonomia a questo freddo di circa mezz’ora, dopodichè i piedi sono congelati, le mani non le sento più e il naso non me parliamo! Con questo simpatico clima oggi i simpatici docenti del posto dove lavoro hanno deciso di andare a fare una lunga passeggiata al Wawel castel, ma senza entrare dentro…solo da fuori! Sono usciti alle 10.15 e sono tornati alle 14.30…pazzi pazzi pazzi….i bambini tutti rossi in faccia e con le mani congelate! Io sono già malaticcia e mi sono rifiutata di andare con loro.  Dato che questo è il programma anche per il resto della settimana, secondo me entro venerdì i bambini saranno decimati…uno sterminio insomma!

Quale mamma italiana lascerebbe mai i propri figli uscire con questa temperatura!

I giorni della merla sono consideratigli ultimi 3 di gennaio, ma mi sa che qui arrivano prima perchè siamo più a nord!!🙂

eccovi la leggenda che ha dato orignine al nome:

“Il nome deriverebbe da una leggenda secondo la quale, per ripararsi dal gran freddo, una merla e i suoi pulcini, in origine bianchi, si rifugiarono dentro un comignolo, dal quale emersero il 1º febbraio, tutti neri a causa della fuliggine. Da quel giorno tutti i merli furono neri.

Secondo una versione più elaborata della leggenda una merla, con uno splendido candido piumaggio, era regolarmente strapazzata da Gennaio, mese freddo e ombroso, che si divertiva ad aspettare che la merla uscisse dal nido in cerca di cibo, per gettare sulla terra freddo e gelo. Stanca delle continue persecuzioni la merla un anno decise di fare provviste sufficienti per un mese, e si rinchiuse nella sua tana, al riparo, per tutto il mese di Gennaio, che allora aveva solo 28 giorni. L’ultimo giorno del mese, la merla pensando di aver ingannato il cattivo Gennaio, uscì dal nascondiglio e si mise a cantare per sbeffeggiarlo. Gennaio si risentì talmente tanto che chiese in prestito tre giorni a Febbraio e si scatenò con bufere di neve, vento, gelo, pioggia. La merla si rifugiò alla chetichella in un camino, e lì restò al riparo per tre giorni. Quando la merla uscì, era sì, salva, ma il suo bel piumaggio si era annerito a causa del fumo e così rimase per sempre con le piume nere.” (tratto da Wikipedia)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: