Pubblicato da: barbaracrt | 5 gennaio 2010

…i miei primi ospiti a Cracovia!

Qui in Polonia le vacanze sono finite, oggi ho ricominciato a lavorare! Mi sembra sia passato tantissimo da quando sono cominciate ma invece sono solo 15 giorni! Il 30 la mia ex coinquilina tedesca, Sonka, e Daniel, un suo amico, mi sono venuti a trovare e si sono fermati sino al 3, ieri mattina. Abbiamo fatto tante cose…tutte concentrate nel poco tempo che avevamo quindi immagino che ora i poveretti saranno più stanchi di prima!
La vigilia del nuovo anno siamo andati a casa di Karolina, un’amica polacca, dove abbiamo cucinato e mangiato insieme e poi chiaccherato e guardato un film per poi brindare assieme a mezzanotte e assaggiare il mio tiramisù…che ha avuto successo!
Il primo dell’anno era naturalmente tutto chiuso, allora per non perdere la giornata siamo andati a provare un ristorante italiano che in molti mi avevano consigliato, “Mamma Mia”. Confermo le lodi! Io ho voluto assaggiare qualcosa di strano, poco italiano a dir la verità, tagliatelle con pollo al curry, pere e mandorle! Il nostro programma prevedeva poi un bel film al cinema, sotto Natale passano dei film già usciti al prezzo di 6 groszy (1,5 €). Noi abbiamo visto “My blueberry nights” che in italiano sarebbe “Un bacio romantico” o qualcosa del genere se non ricordo male.
La mattina dopo, di buon’ora, siamo andati a visitare le miniere di sale di Wieliczka, famoso sito iscritto nella I Lista del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale dell’Umanita redatto dall’UNESCO sin dal 1978. Da quasi due secoli è visitabile dai turisti. Si scende sino a 135 m sotto il livello del mare e a quella profondità c’è anche un ristorante, dove abbiamo mangiato.

La chiesa delle miniere di Wieliczka

La chiesa delle miniere di Wieliczka

Cito dal sito ufficiale delle miniere:”…è l’unico centro minerario al mondo, attivo ininterrottamente dal Medioevo fino ai giorni d’oggi, l’estrazione del sale è terminata solo nel 1964. Attualmente i pittoreschi scavi della miniera vengono utilizzati per scopi turistici, museali e curativi.(e da “via Michelin”)….La cosa più sorprendente nella miniera di Wieliczka è la decorazione delle sale e delle gallerie.
Con lo scisto argilloso, contenente l’85 % di sale, sono state scolpite statue, cappelle e sculture a bassorilievo, religiose e profane, che raccontano la storia della miniera e celebrano le sue leggende. Alcune ricostituzioni interamente ricavate nel sale rendono omaggio alla Polonia. Tra gli eventi e i personaggi sono celebrati anche Solidarnosc e Giovanni Paolo II. Sottoterra troviamo anche una sala esposizione, una sala conferenze, un bar, un ristorante e una vera e propria cattedrale (a 101 metri di profondità).
Quasi tutte le guide, poliglotte (la nostra era un signore di 60 anni circa, ma difficile definirlo poliglotta…il suo inglese lasciava molto a desiderare, probabilmente avrei capito di più in polacco!), sono minatori. Quando s’incontrano, si salutano dicendosi l’un l’altro: «Dio ti protegga»: persino i comunisti non hanno potuto vietare questa tradizione!”
Il biglietto è un po’ caro ma una volta nella vita bisogna visitarle! Ne vale la pena.

I presepi di Cracovia

I presepi di Cracovia

Ma non finisce qui, dopo un po’ di sano shopping per approfittare dei saldi polacchi, siamo andati a visitare un altra mostra, molto interessante, sui presepi di Cracovia. Qui infatti nelle rappresentazioni della Natività, accanto all’originale rappresentazione religiosa, incominciano ad essere rappresentate scene di carattere laico con personaggi popolari e eroi nazionali (come succede a Napoli!). Quando (seconda metà del XVIII sec.) le Autorità religiose proibirono simili rappresentazioni, molti gruppi di cantori di pastorali ed anche gruppi di studenti cominciarono ad organizzare gli spettacoli davanti alle stesse chiese. La struttura del presepe si trasforma quindi in teatro mobile, inizialmente con uno scenario dipinto da artisti popolari. Questi erano per la maggior parte muratori ed operai della periferia di Cracovia, spesso disoccupati nel periodo invernale, e che passavano di casa in casa intonando i canti natalizi. I creatori dell’attuale stile del presepio di Cracovia furono i due muratori Michele e Leone Ezenekier. I loro presepi hanno una base con il palcoscenico, due snelle torri laterali con le estremità ornate da elmi gotici. Sopra è posizionata la nicchia con la Sacra Famiglia ed al disopra si erge una torre centrale con l’elmo barocco. Fra le torri laterali e quella centrale sono inserite altre piccole torri o campanili.I presepi di Cracovia sono costruiti preparando con legno, compensato e cartone pesante, una struttura di base a forma di facciata di cattedrale che successivamente viene ricoperta e decorata con carta stagnola, argentata e colorata, lamine di metallo, vetri colorati. I presepi si caratterizzano per la ricchezza e la fantasia dei particolari, per i brillanti colori, per l’illuminazione delle vetrate, per il movimento meccanico dei personaggi che nei presepi più importanti superano talvolta anche i tre metri d’altezza. Ogni anno, dal 1937, il primo giovedì di dicembre a Cracovia, nella piazza del Mercato attorno al monumento del famoso poeta polacco Adam Mickiewicz, i costruttori di presepi espongono i loro lavori in occasione del concorso organizzato dal Museo Storico.
(tratto dal sito http://www.ilpresepeagiffoni.it)

(Mi sento troppo la guida Michelin!!!Scusate!!

Per finire la sera siamo andati ad assistere ad un concerto di musica classica in una chiesa. Un quartetto di archi, violini e viola, ha eseguito pezzi di Vivaldi, Mozart, Bach, Strauss..etc. Peccato la chiesa fosse un po’ gelida!

Bhe, fine del resoconto dettagliatissimo di questi giorni…tutto per farvi venir voglia di venirmi a trovare😉

Vodpod videos no longer available.

Responses

  1. Oh personalmente mi è venuta voglia di visitare la miniera di sale. Piccolo problema, mi troverò a Cracovia solo per due giorni dei quali uno è già preso e non saprei come fare.
    Così eccomi qui ad invadere questo spazio per chiederti. Esistono mezzi che portano alle miniere di sale?
    E’ possibile andare li ed entrare anche senza una guida? O trovarne una andando all’ultimo istante?
    Chiedo scusa per le domande a raffica ma ho scovato questo post proprio nel momento del bisogno.😛

    Complimenti per le foto e le descrizioni! ^_^

    • Ciao…che emozione! questo è il primo commento scritto da una persona che non conosco e che è capitata nel mio blog per caso! Grazie per aver scritto! Quindi ti rispondo subito! Dunque per andare alle miniere c’è un comodo autobus di linea, il n. 304 che fa capolinea in Ul. Kurniki, una via vicino alla Galleria Krakowska, un grande centro commerciale centralissimo, vicino alla stazione. Se non sbaglio parte ogni 15-20 minuti. Devi scendere alla fermata Wieliczka Kopalnia Soli, ci vogliono circa 40 minuti. Devi comprare un biglietto per l’intera tratta, perchè si esce dal comune di Krakovia, lo puoi comprare sull’autobus.
      Per quel che riguarda l’ingresso alla miniera, si entra solo accompagnati da una guida. In lingua polacca ce ne sono in continuazione, partono quando si raggiunge un certo numero credo, ci sono poi guide nelle varie lingue, la più frequente è l’inglese (October-May: 9 a.m., 10 a.m., 11. a.m., 12. a.m., 1 p.m., 2. p.m., 3 p.m., 4 p.m., 5 p.m.) qui trovi gli orari delle altre http://www.kopalnia.pl/site.php?action=site&urlMain=2,209,1,27,,&&id_site=209&level=27
      Non ci sono problemi e si entra senza troppe attese e senza prenotare in questa stagione.
      Il costo della visita in lingua straniera è più alto, 65 PLN mentre in polacco è di 50 PLN, io sono rimasta delusa dalla guida in inglese, che parlava male e non diceva nulla di interessante, quasi conviene comprare il libricino venduto all’ingresso. Ma ce se sono tante, sarò solo stata sfortunata. Vedi tu!
      Bhe allora buona visita e spero di esserti stata utile!
      Do sobacienia!
      Barbara

  2. Oh grazie a te per la cortese, rapida ed esauriente risposta.
    Tra l’altro, se non sbaglio dovrei alloggiare proprio dalle parti della stazione, il che semplificherebbe le cose.

    Grazie davvero per la tua disponibilità, tornerò sicuramente a leggerti. ^_^


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: