Pubblicato da: barbaracrt | 9 febbraio 2010

Introduzione all’HDR per chi ancora non lo conoscesse!

Foto HDR

Foto HDR

“Stumbolando” un po’ (per capire di cosa si tratta visita www.stumbleupon.com) mi sono imbattuta in questa bellissima raccolta di foto realizzate con la tecnica HDR. Questa sigla significa High Dinamic Range e si basa sull’uso di un software che elabora tre o più fotografie identiche ma scattate con diverse esposizioni per unirle e creare un effetto impossibile da ottenere naturalmente in cui tutte le aree della foto hanno una perfetta esposizione. Grazie al software di elaborazione, che si chiama Photomatix, e che si può scaricare gratuitamente da internet, si possono ottenere effetti sorprendenti come negli esempi che trovate in questo sito.
Ottenere questo genere di foto è relativamente semplice e quasi tutte le macchine fotografiche digitali lo consentono. Con le reflex ovviamente il risultato è decisamente megliore, ma anche con le compatte si ottengono effetti sorprendenti.

esempio

esempio

Questa tecnica consente di valorizzare foto con aree molto chiare o molto scure, in cui ci sono zone di ombra e cieli molto luminosi. Immaginate di trovarvi in un vicolo stretto della vostra città, avete in primo piano le facciate dei palazzi in ombra, e magari in lontananza avete delle facciate assolate, e nello sfondo il cielo azzurro con qualche nuvola. Realizzando una foto normale qualunque macchinetta, a seconda di dove mettete a fuoco, vi consentirà di avere una perfetta esposizione solo di una di queste aree alla volta. Se le facciate in primo piano saranno esposte correttamente, automativamente quelle assolate e il cielo risulteranno eccessivamente bianchi, cioè sovraesposti. Così come viceversa se volete avere il cielo azzurro con le nuvole, le facciate in primo piano risulteranno sicuramente troppo scure, sottoesposte, e si perderanno tutti i dettagli. E’ proprio in questi casi che si può usare l’HDR.

Nel caso aveste voglia di provare ecco cosa dovete fare:
- cercate nella vostra macchinetta la funzione “bracketing”, essa consente di scattare 3 o 5 foto automaticamente e con le 3 o 5 esposizioni diverse (cos’è l’esposizione?) necessarie per l’HDR. Più foto scattate meglio è. Per fare ciò è necessario che la macchinetta fotografica sia immobile quindi conviene appoggiarla ad un supporto. Se non avete l’auto braketing potete fare le foto lo stesso cambiando manualmente l’esposizione per ogni foto. Dovrete a vere una foto con 0 una con -1 e una con +1 e se possibile anche -2 e +2 EV

Naturalmente la presenza di persone o oggeti che si spostano non è una buona idea perchè sembreranno ombre tagliate nella foto finale.

- scaricate il programma Photomatix, la versione free è completamente funzionante ma marcherà le vostre foto con una scritta. Il funzionamento è facilissimo.

Cliccate su “generate HDR” e cercate le 3 o 5 foto che avete realizzato. Nella prima chermata ci saranne dei setting che potete ignorare  in questa fase. Vi apparirà una foto che non vi soddisferà, non preoccupatevi, cliccate su “tone mapping” e divertitevi a provare a sperimentare tutte le caratteristiche. La più interessante è la forza, cioè “strength”. Infine salvate la vostra foto.

Se vi va fatemi sapere come è andata e magari fatemi vederei vostri lavori!

Qui di seguito il link ad una guida sull’HDR, in inglese.

http://www.stuckincustoms.com/hdr-tutorial-part-2/

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: